Mal di schiena improvviso e colpo della strega. Che fare?

mal di schiena

Se il mal di schiena è noto come colpo della strega un motivo ci sarà!

Anzi, più di uno. Il mal di schiena improvviso è il dolore più invalidante della vita quotidiana, non a caso uno dei disturbi più temuti da sportivi e non e a prescindere dall’età anagrafica. Il tasso di incidenza di questo episodio di lombalgia acuta è veramente elevato seppure non frequente quanto la normale lombalgia. 

mal di schiena

La caratteristica particolarmente insidiosa di un dolore alla schiena di tale portata è appunto il suo manifestarsi senza preavviso, anche in seguito a movimenti familiari e normali che compiamo tutti i giorni e più volte al giorno.

Un’azione semplice come alzarsi dalla sedia potrebbe attivare la condizione algica con grande sorpresa, addirittura costringendo il soggetto colpito al riposo assoluto per un periodo di tempo più o meno lungo.

Un altro fattore che rende ancor più temibile il mal di schiena improvviso è il rischio di recidiva. La maggior parte dei pazienti che lo sperimenta più volte nel corso della vita tende a limitare inconsciamente alcuni movimenti incriminati, per la semplice paura di bloccarsi. Questo meccanismo-atteggiamento di difesa dal dolore, se nel breve periodo ha i suoi effetti benefici, nel medio-lungo termine va ad indebolire le fasce muscolari lombari, esponendo ulteriormente al rischio.

Guarire velocemente dai dolori forti alla schiena, così come prevenire frequenti ricadute, è importante per vivere una vita “libera” dal timore di muoversi normalmente. Oggi è possibile prevenire e curare allo stesso tempo, optando per un’alternativa al 100% naturale: l’ossido nitrico, molecola con potere vasodilatatorio. Una terapia innovativa che, se associata ad altri trattamenti conservativi e non invadenti, può garantire il massimo dell’efficacia. 

Mal di schiena lombare cause e fattori di rischio

Il mal di schiena “a blocco” può colpire tutti i comuni mortali e in questo senso non fa distinzioni, riservando a tutti lo stesso trattamento. Però, com’è normale, alcuni fattori possono predisporre maggiormente al suo insorgere a sorpresa. In particolare, la sedentarietà è considerata come una delle maggiori cause del mal di schiena lombare improvviso.

Una persona che fa un lavoro d’ufficio che richiede lo stare seduti per molte ore al giorno, che non pratica sport o altro tipo di attività utile al benessere muscolo-scheletrico (per esempio fare delle lunghe passeggiate…) è, irrimediabilmente, esposta al mal di schiena improvviso.

Perché? La ragione risiede nella scarsa tonicità dei muscoli lombari che fa sì che anche un evento traumatico di lieve entità, come la repentina ripresa della posizione eretta, possa essere l’origine di dolori alla schiena lancinanti.

Ma questo non è l’unico fattore.

Anche chi si trova in perfette condizioni fisiche può sperimentarlo. Un atleta che non scalda bene le fasce muscolari a inizio della sessione di allenamento o che compie un movimento nuovo o addirittura scorretto, può andare incontro a seri traumi e contratture delle fasce muscolari lombari con conseguente dolore e rigidità della zona.

In sintesi, le cause e i fattori di rischio associati al colpo della strega sono i seguenti:

  • sedentarietà;
  • obesità;
  • traumi;
  • cadute accidentali;
  • gravidanza;
  • osteoporosi;
  • colpo di freddo;
  • esecuzione errata di un movimento;
  • brusca torsione della schiena e del tronco;
  • debolezza muscolare nella zona lombare;
  • svolgimento di attività pesanti che danneggiano la colonna vertebrale (sollevare pesi, stare molte ore in piedi…).

Dolori schiena bassa da episodio acuto: sintomi e diagnosi

Ogni contrattura muscolare è il risultato di un meccanismo che l'organismo mette in atto per proteggersi da conseguenze più importanti (come lo stiramento). Atto difensivo che, comunque, come nel caso in questione, comporta un dolore considerevole.

Il soggetto che sta sperimentando un mal di schiena improvviso si riconosce subito: bloccato in una posizione laterale o incurvata in avanti. Il dolore secco e repentino che si prova costringe, difatti, a rimanere nella posizione che ha causato il trauma, la cosiddetta posizione antalgica.

Sebbene sia più raro rispetto alla normale lombalgia (che ha un tasso d’incidenza molto elevato), il colpo della strega è notevolmente più doloroso e violento. 

I sintomi tipici sono:

  • dolore lancinante alla bassa schiena;
  • accentuata rigidità della muscolatura lombare;
  • sensazione di compressione attorno alle ultime vertebre della colonna;
  • formicolii o intorpidimento delle gambe o dei piedi;
  • dolore a gluteo, inguine, coscia, gamba o addirittura fino ai piedi nel caso di infiammazione di un nervo (lombosciatalgia, quando è interessato il nervo sciatico).

Una corretta diagnosi avviene facilmente attraverso un esame fisico, accompagnato da eventuali indagini diagnostiche. La radiografia, per esempio, è utile ad escludere eventuali fratture, soprattutto in soggetti anziani con osteoporosi.

Come curarsi quando insorgono dolori forti alla schiena?

La fase acuta del mal di schiena improvviso si risolve nella maggior parte dei casi entro le 12-48 ore dal trauma, a seconda della sua entità. Con i giusti accorgimenti è possibile tornare alla quotidianità. Fondamentale è adottare una “buona condotta”, ovvero:

  1. assecondare il dolore in un primo momento, senza tentare di sforzare il corpo per riportarlo alla postura normale;
  2. sciogliere la muscolatura;
  3. ri-abituare gradualmente i muscoli al movimento, ritornando così ad una posizione naturale.

Queste “buone maniere” si traducono concretamente in:

  • riposo protratto per non più di 12-48 (fase acuta), in modo da non indebolire ulteriormente la muscolatura;
  • impacchi caldi, massaggi decontratturanti e utilizzo di una fascia lombare;
  • sedute di osteopatia e/o fisioterapia (il metodo Mckenzie è uno dei più noti trattamenti fisioterapici, efficace anche nel caso del colpo della strega).


Dolore parte bassa schiena
: come risolverlo e prevenire le recidive?

I rimedi fino ad ora elencati rappresentano la via più naturale per rimettersi dal mal di schiena improvviso e acuto in modo sicuro e senza ricorrere ai farmaci, evitando quindi spiacevoli effetti collaterali. Ma curare non basta…è noto che prevenire è sempre meglio! Specie quando c’è in gioco il benessere quotidiano.

Un soggetto che ha sperimentato un episodio di lombalgia acuta dovrebbe portare avanti il percorso di rieducazione della muscolatura anche a guarigione avvenuta. Un consiglio utile, ovviamente nei casi in cui non siano presenti patologie particolari, è quello di migliorare e mantenere nel tempo l’elasticità muscolare raggiunta attraverso mirate sessioni di allenamento, sotto la guida di un trainer specializzato.

Un ulteriore consiglio è quello di far uso di un abbigliamento funzionale, come quello a base di ossido nitrico. Utilizzando una fascia che aumenta l’apporto topico di questa importantissima molecola nella zona lombare, si hanno molteplici benefici. Non soltanto una risoluzione naturale e veloce del trauma doloroso, ma anche una forma di prevenzione. Grazie alla regolazione e promozione della micro-circolazione sanguigna e della vasodilatazione attivate dalla molecola stessa, si riduce il dolore acuto e si favorisce il rilassamento muscolare.

Scopri la tecnologia fotochimica per prevenire e contrastare il mal di schiena, in modo completamente naturale

mal di schiena

 

Lombalgia, dolore di schiena: interessante approfondimento di Mayo Clinic

 


Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima della pubblicazione.