Artrosi Cervicale: esercizi per ridurre il dolore

Artrosi Cervicale: esercizi per ridurre il dolore

L’artrosi cervicale, o cervicalgia, è un disturbo fastidioso ed invalidante.

La cervicalgia, una delle conseguenze dell'artrosi cervicale, costringe a convivere con dolori e capogiri, e sperimenta una generale riduzione della mobilità del collo.

In questo articolo vedremo quali sono le cause dell’artrosi cervicale e vi suggeriremo alcuni semplici esercizi che potete fare a casa per prevenire e curare questo disturbo.

Se  in alcuni casi non ci sono alternative alla terapia farmacologica, in altri è infatti possibile ridurre i sintomi dell’artrosi cervicale e del torcicollo attraverso l’esercizio quotidiano.

Attenzione, però, a non improvvisarsi fisioterapisti: gli esercizi contro l’artrosi cervicale da noi indicati potrebbero non essere risolutivi nel vostro specifico caso. Muovetevi con cautela, ascoltate il vostro corpo, e ricordate di consultare uno specialista.

Artrosi cervicale: sintomi e cause

L’artrosi cervicale è così chiamata perché colpisce le vertebre del tratto cervicale della colonna, ovvero quelle poste nella zona del collo, spesso bloccato già al risveglio.

Le vertebre, costituite da tessuto osseo, sono separate le une dalle altre da dischi di materiale gelatinoso. I

l compito dei dischi è duplice: da un lato proteggono i tessuti ossei della colonna vertebrale; dall’altro garantiscono maggiore fluidità dei movimenti, permettendo alle vertebre di scorrere l’una sull’altra.

Quando questi dischi si usurano, ecco che alle vertebre non è più garantita una protezione adeguata. La loro superficie inizia ad erodersi, e ciò a sua volta dà vita ad un’infiammazione dei muscoli e dei legamenti che sostengono la colonna.   

Compaiono allora i tipici sintomi: ridotta mobilità del collo, capogiri e cefalea. In alcuni casi ad essi si accompagna anche un diffuso senso di nausea.

Trattandosi di un fenomeno connesso all’usura del disco intervertebrale, l’artrosi cervicale compare solitamente con l’avanzare dell’età, quando oltretutto si assiste  ad una perdita di tono ed elasticità dei muscoli del collo.

Non è escluso tuttavia che, per motivi genetici o a seguito di eventi traumatici (si pensi al classico “colpo di frusta”) anche persone giovani possano soffrire di questo fastidio.

L’atteggiamento quotidiano gioca infatti un ruolo importante nella prevenzione dell’artrosi cervicale.

Comportamenti sbagliati – ad esempio, tenere il capo piegato in avanti; sollecitare eccessivamente il tratto cervicale; sollevare pesi eccessivi, in palestra o nella vita quotidiana – accelerano l’usura della superficie dei dischi cervicali. 

Gli esercizi che ci aiutano contro l’artrosi cervicale

Se è vero che abitudini sbagliate contribuiscono a provocare questo disturbo, la buona notizia è che vale anche il contrario: un corretto esercizio fisico è un importante alleato contro l'artrosi cervicale.

La ginnastica, se eseguita con costanza e con cautela, permette infatti di ottenere due importanti risultati.

In primo luogo, essa bilancia gli effetti di una postura scorretta. Se, ad esempio, siete tra coloro che passano una buona parte della giornata con la testa piegata in avanti, per guardare il telefonino o per digitare al computer, è fondamentale fare esercizi che raddrizzino la colonna vertebrale e rafforzino i muscoli del collo.

Inoltre, a prescindere dalla postura o dai traumi che avete subito, l’esercizio permette di avere muscoli e legamenti forti ed elastici: a loro volta, dei muscoli sani riducono le sollecitazioni sul tratto osseo della colonna vertebrale e rallentano la fisiologica usura della superficie dei dischi.

Gli esercizi che vi presentiamo per sciogliere il collo rigido e bloccato possono essere eseguiti sia da seduti che in piedi. Tenete la colonna vertebrale dritta: idealmente, nella posizione di partenza i lobi delle orecchie dovrebbero essere in linea col le spalle, e non spostati in avanti.

Eseguite gli esercizi lentamente.

Rotazione del collo

 Espirando, girate il collo come se voleste guardare alla vostra sinistra, senza muovere le spalle. Non preoccupatevi se non riuscite ad andare molto in là: rispettate il vostro corpo e presto noterete progressi. Portate di nuovo lo sguardo al centro inspirando, ed espirando spostatelo verso destra. 

Estensione dei muscoli del collo

 Iniziate con la colonna dritta e le braccia lungo i fianchi. Espirando, avvicinate l’orecchio sinistro alla spalla sinistra, e contemporaneamente allungate verso il pavimento la mano destra. Tenete la posizione qualche secondo, poi riportare il capo al centro e ripetete dall’altro lato. 

Rotazioni del capo

Immaginate di avere un pennello sulla punta del naso, e usatelo per tracciare dei cerchi immaginari in aria. I cerchi – molto piccoli all’inizio – diventeranno mano a mano sempre più grandi. Ricordate di muovere la testa lentamente. Ripetete nell’altra direzione. 

Artrosi cervicale: alternative agli esercizi

Lo abbiamo già detto ma lo ripetiamo ancora: è fondamentale approcciarsi agli esercizi con la massima cautela.

Un’attività motoria eccessiva o mal eseguita può infatti compromettere ulteriormente le nostre vertebre cervicali, peggiorando il disturbo invece di risolverlo. Dal momento che è in gioco la salute della colonna vertebrale, l’ideale sarebbe confrontarsi con un professionista capace di indicare il programma più adeguato.

Ricordate inoltre che gli esercizi andrebbero evitati nella fase acuta dell’artrosi: in altre parole, quando i dolori sono più intensi è meglio non sollecitare ulteriormente il tratto cervicale.

Per far fronte a questi momenti di dolore acuto, il nostro consiglio è quello di riscaldare i muscoli interessati, così da favorirne il rilassamento.

È possibile applicare su spalle e collo una borsa dell’acqua calda o una coperta termica.

Molto utili sono anche quei capi di abbigliamento bio-funzionali che stimolano la produzione locale di ossido nitrico.

Questa molecola completamente naturale ha infatti un duplice effetto benefico: da un lato permette un maggior afflusso di sangue nella zona interessata, con conseguente rilassamento dei muscoli del collo; dall’altro agisce in modo attivo contro le infiammazioni croniche ed acute.

Scopri la tecnologia fotochimica NOAcademy, in grado di aumentare la naturale bio disponibilità di sangue ossigenato e ridurre il dolore del torcicollo conseguenza dell'artrosi cervicale

artrosi cervicale

Per un approfondimento medico, leggi questo articolo pubblicato su PubMed relativo ai trattamenti non chirurgici per risolvere il dolore

Leggi la testimonianza di Alessandra e di come ha risolto il torcicollo con una sciarpa bio funzionale

Leggi la testimonianza di Barbara e della sua soddisfazione a usare una sciarpa Cervicaldol che ha completamente ridotto il suo torcicollo

Scopri come Elena ha risolto i suoi problemi di collo bloccato con una sciarpa bio funzionale Cervicaldol

Come ridurre la fascite plantare in modo semplice e naturale con una soletta biofunzionale

 


Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima della pubblicazione.