Sindrome di Raynaud: una soluzione non farmacologica

sindrome di raynaud

Questo articolo ha come obbiettivo sviluppare il problema della Sindrome di Raynaud per identificare sintomi, cause e rimedi ed offrire una soluzione non farmacologica, scientificamente verificata, a base di ossido nitrico localizzato.

Indice dell’articolo:

  1. Cosa è la Sindrome di Raynaud
  2. Sintomatologia
  3. Perchè si verifica?
  4. Muscoli, ossa e  articolazioni coinvolte
  5. Studi ed evidenze scientifiche
  6. Rimedi e farmaci sul mercato


1) Cos’è la Sindrome di Raynaud, anche nota come Morbo di Raynaud?

La sindrome di Raynaud (fenomeno di Raynaud) è un disturbo in cui il flusso del sangue attraverso le dita delle mani, dei piedi, delle orecchie o del naso è improvvisamente limitato o interrotto con sensazione di freddo e conseguenze dolorose. 

Questa sintomatologia si verifica, senza nessuna ragione apparente, quando i vasi sanguigni si restringono (vasospasmo) in risposta a turbamenti emotivi, a dolori cronici, stress, temperature fredde e/o un utilizzo continuativo e professionale di strumenti manuali vibranti.

Il fenomeno di Raynaud è una sintomatologia abbastanza frequente: 

  • 0,5% nei maschi e del 2,9% nelle femmine, se si considerano semplicemente dita fredde, formicolio e scolorazione
  • 5,4% nei maschi e al 7,5% nelle femmine, se invece si considerano scolorazione bianca monofasica,
  • 10,4% ed al 21 se si considerano dita fredde e scolorazione monofasica bianca o blu, quasi associabili ai geloni alle mani
  • a volte coincide e viene confusa con l'acrocianosi, pur essendo una malattia differente

Le più frequenti manifestazioni della sindrome di Raynaud si verificano tra i 15 e i 30 anni di età

La Sindrome di Raynaud è classificata in primaria (80% dei casi) e secondaria (20% dei casi).

  • La sindrome primaria (o primitiva) si manifesta in assenza di sintomi di altre malattie,
  • La sindrome secondaria è invece collegata a malattie e situazioni cliniche diverse,

Le situazioni cliniche prevalenti e collegate alla sindrome di Raynaud secondaria sono:

  • collagenopatie
  • malattie endocrine
  • disturbi ematologici
  • patologie neoplastiche
  • disturbi neurologici
  • traumi
  • malattie vascolari

2) Sintomatologia

La sensazione di gelo o freddo, il dolore urente, le parestesie o le variazioni intermittenti del colore bianco o cianotico di una o più dita di mani o piedi sono conseguenza di esposizione al freddo, stress emotivi o vibrazioni conseguenti all’uso di strumenti meccanici.

Raramente si manifesta vicino alle articolazioni metacarpofalangee o sul pollice.
Riscaldando gli arti e rimuovendo lo stimolo si accelera il ritorno al normale colore e sensibilità tattile.

Il fenomeno di Raynaud è caratterizzato dal cambiamento di colore delle dita e si divide in tre classificazioni:

  • trifasica (pallore seguito da cianosi e, dopo riscaldamento, da eritema)
  • bifasiche (cianosi, eritema)
  • monofasiche (solo pallore o cianosi). 

Il vasospasmo cianotico può durare minuti o ore ma raramente può causare dei danni tissutali o progredire verso una gangrena digitale o causare ulcere.

3) Perché si verifica la Sindrome di Raynaud?

La precisa origine della Sindrome di Raynaud, o Morbo di Raynaud, è ancora indefinita. Nella maggior parte dei casi (9 su 10 secondo alcuni studi) non è possibile individuare alcuna causa. 

Le cause della sindrome cambiano se la definizione è primaria e secondaria

Primaria

La Sindrome è definita come “primaria” quando isolata e non causata da alcuna patologia.

In questi casi,  il problema è puramente “funzionale”, cioè dovuto ad una “esagerata” reazione dei meccanismi biologici che regolano la vasocostrizione in risposta all’esposizione al freddo senza danneggiamento “organico” delle arterie o dei tessuti.

Secondaria

Il fenomeno di Raynaud secondario è correlato a patologie già preesistenti e che danneggiano le arterie o i nervi che controllano le arterie.

La maggior parte di queste patologie fa parte di un gruppo di malattie chiamate “autoimmuni”, in quanto causate da un’alterata attività del sistema immunitario il quale si attiva senza un chiaro motivo. 

La più importante di queste patologie è la sclerosi sistemica (sclerodermia) e il fenomeno di Raynaud secondario è presente in più del 95% dei pazienti sclerodermici. 

Altre malattie associate al fenomeno secondario sono:

  • lupus eritematoso sistemico
  • aterosclerosi, 
  • artrite reumatoide, 
  • disturbi del sangue come crioglobulinemia e policitemia, 
  • polimiosite, 
  • sindrome di Sjögren e dermatomiosite, 
  • malattia di Buerger, 
  • condizioni autoimmuni, 
  • danni alle mani o ai piedi da incidenti, interventi chirurgici, congelamento,
  • problemi alla tiroide e ipertensione polmonare,
  • stile di vita (fumo),
  • uso di farmaci che restringono le arterie, come beta-bloccanti e anfetamine, vinblastina, cisplatino, ergotamina,
  • pillole anticoncezionali.

4) Quali sono i muscoli e le articolazioni coinvolte?

La sindrome di Raynaud primaria colpisce le dita delle mani e dei piedi, raramente le labbra, le orecchie, il naso o i capezzoli.

Le dita diventano improvvisamente e temporaneamente biancastre o cianotiche, formicolano e possono diventare doloranti e insensibili. I sintomi possono manifestarsi simultaneamente o consecutivamente in diverse parti del corpo, in vari intervalli.

5) Cosa è stato studiato scientificamente su questo argomento?

Il fenomeno fu descritto per la prima volta nel 1862 dal dott. Maurice Raynaud, in Francia, con una tesi dal titolo “Sur l’asphyxie locale et la gangrène symétrique des extrémités”

Riassumendo le sue osservazioni, egli osservò che "l'asfissia locale delle estremità è il risultato di maggiore irritabilità delle parti centrali del midollo che presiedono all'innervazione vascolare". 

Successivamente, è stato evidenziato che la causa del fenomeno non fosse centrale ma periferica a causa degli spasmi dei vasi arteriosi periferici e che l'elemento insolito in risposta al freddo è una reazione diretta delle pareti dei vasi locali.

Secondo il NIAMS, National Institute of Arthtitis and Muskoloskeletal and Skin Disease (Bethesda, MD, USA), le donne hanno maggiori probabilità di sviluppare il fenomeno di Raynaud rispetto agli uomini (dal 20% al 30% circa) in un rapporto donne / uomini di 9 a 1. 

La sindrome di Raynaud è stata ampiamente studiata dalla medicina e rimandiamo a questi articoli per un approfondimento

A Review of Raynaud’s Disease,
Raynaud's syndrome: diagnosis and treatment

6) Quali i rimedi e le soluzioni possibili?

Per molte persone, il fenomeno primario di Raynaud è un fastidio piuttosto che una condizione invalidante e può essere gestita con piccoli cambiamenti nello stile di vita.

Mantenere corpo e estremità calde con abbigliamento adeguato può aiutare significativamente a controllare i sintomi la sindrome. In caso di sintomatologia acuta, è molto importante riscaldare velocemente il corpo, anche immergendo le dita delle mani e dei piedi o le aree colpite, in acqua calda e accelerare la vasodilatazione con terapie di ossido nitrico localizzato.

Si consiglia di consultare i medici se il fenomeno di Raynaud non potesse essere controllato con metodi semplici e naturali. In quei rarissimi casi in cui si sviluppano gravi danni o ulcere cutanee, può essere necessario un intervento chirurgico.

Rimedi e cure per il contrasto attivo alla Sindrome di Raynaud dipendono principalmente da sintomi, età, salute generale e dalla gravità del disturbo, senza che un rimedio certo e definitivo possa essere chiaramente offerto.

I trattamenti e le cure possono essere:

  • Cambiamenti nello stile di vita
  • Farmaci
  • Chirurgia
  • Utilizzo di ossido nitrico localizzato

Stile di vita

Lo stile di vita serve a evitare alimentazione e comportamenti che favoriscano o accelerino la vasocostrizione (chiusura dei vasi sanguigni). 

Questo implica evitare caffeina, prodotti a base di nicotina, freddo, gelo e attività che implichino l’utilizzo di strumenti e attrezzature vibranti. 

L'esercizio fisico è utile a prevenire, o limitare, l'intensità della sindrome oltre ad essere particolarmente utile per stimolare il flusso del sangue e gestire ansia, tensione e stress (cause possibili del fenomeno di Raynaud).

Farmaci

I medici potrebbero raccomandare farmaci se la sindrome di Raynaud si manifestasse in modo acuto, costante e per periodi lunghi.  La principale strategia di cura dei pazienti con fenomeno di Raynaud consiste nella somministrazione di farmaci che dilatano e rilassano i vasi arteriosi a livello digitale e cutaneo per contrastare il fenomeno e le sue complicazioni (ischemia ed ulcere digitali).

Sono stati fatti parecchi studi farmacologici negli Stati Uniti, ma non è stato possibile ottenere risultati chiari e certi di risoluzione della sindrome di Raynaud. Uno studio, in particolare, ha evidenziato come l’82% dei rispondenti che usava farmaci li tollerasse ma solo il 16% ha riportato efficacia nella cura.

Per un approfondimento: Prediction and impact of attacks of Raynaud's phenomenon, as judged by patient perception,

Uno studio su 296 casi ha evidenziato come farmaci calcio bloccanti siano inefficaci nel contrasto agli attacchi ed alla sindrome di Raynaud
Calcium channel blockers for primary Raynaud's phenomenon

I farmaci consigliati per il contrasto alla sindrome di Raynaud potrebbero contenere antidepressivi e antipertensivi e sono a base di alfa-bloccanti, calcio-antagonisti, ACE inibitori.

Chirurgia

In quei pazienti per cui le cure naturali o farmacologiche non offrissero soluzioni, è possibile ricorrere alla chirurgia. 

Gli interventi sono mirati ai nervi del sistema nervoso simpatico, responsabili della stimolazione dei muscoli dei vasi a contrarsi o allargarsi. L’intervento è definito simpatectomia ed è locale nelle mani o nei piedi.

Per un maggiore approfondimento: Can Surgery Cure Raynaud's Disease?

Incremento della vasodilatazione periferica localizzata tramite ossido nitrico e capi di abbigliamento bio funzionale

Una efficace soluzione scientifica alla sindrome di Raynaud è offerta da un piccolo incremento di autoproduzione endogena di ossido nitrico. 

L’ossido nitrico, nella sua formula eNOS, è un potente vasodilatatore naturale in grado di contrastare la vaso costrizione indotta dalla sindrome. 

Esistono parecchie pubblicazione scientifiche che dimostrano come terapie a base di ossido nitrico localizzato possano attivamente contrastare la sintomatologia. 

Ne segnaliamo alcune tra le più citate internazionalmente:
Acute effect of nitric oxide on Raynaud's phenomenon in scleroderma,
Oral L-arginine can reverse digital necrosis in Raynaud's phenomenon,
L-arginine therapy in Raynaud's phenomenon? ,

Per approfondire e conoscere i nostri capi bio funzionali che accelerano l’autoproduzione di ossido nitrico nelle mani e nei piedi, entra nel nostro e-commerce.

Abbiamo ricercato e sviluppato una tecnologia unica e straordinaria che, applicata a un paio di guanti, permette che tutto questo sia possibile.

 

Sindrome di Raynaud

 

La Sindrome di Raynauld è anche conosciuta e ricercata come Malattia di Raynaud, Morbo di Raynaud, Sindrome Raynaud, Sindrome di Renault, Sindrome di Reno, Sindrome di Renoir, Morbo di Renoir, Acrocianosi


Bibliografia

What is Raynaud's:
Raynaud Disease: 
Pathogenesis of Raynaud's Phenomenon
Is Vasodilation good
How Nitric Oxide Causes Vasodilation
Increased Vasodilation:
Raynaud’s Phenomenum
Nitric Oxide 
What to know about Nitric Oxide Supplements

 

SINDROME DI RAYNAUD

PER APPROFONDIMENTI, LEGGI I NOSTRI ARTICOLI

SINDROME O MORBO DI RAYNAUD? UNA SOLUZIONE NATURALE

ACROCIANOSI E SINDROME DI RAYNAUD

SENSAZIONI DI FREDDO: GELONI O SINDROME DI RAYNAUD

GELONI ALLE MANI, UNA SOLUZIONE NATURALE

MANI E PIEDI FREDDI, CUORE CALDO?

 

Leggi la testimonianza di Giovanna e di come ha risolto definitivamente i problemi di sindrome di Raynaud con un paio di guanti NOAcademy

 

sindrome di raynaud

 

Scopri come l'ossido nitrico faciliti la soluzione naturale dei processi infiammatori

 


Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima della pubblicazione.