Dolore alle gambe nella bici da corsa finalmente risolto

male ai muscoli delle gambe

Il dolore alle gambe è costante nella bici da corsa, soprattutto agonistica, che ha trovato una naturale prevenzione grazie all'ossido nitrico.

Il ciclismo è uno sport molto eccitante e stimolante per molti.

Sia che si scelga di farlo in modo ricreativo o professionale, richiede una quantità significativa di fitness e forza per pedalare.

Alcuni potrebbero anche definirlo una dipendenza. Tuttavia, come qualsiasi altro sport che richiede resistenza e forza, il ciclismo può provocare dolore alle gambe e lesioni, se il riposo e il recupero non sono gestiti in modo corretto.

Ma perché i dolori alle gambe si verificano quando si va in bici, specialmente quando è ad elevata intensità come bici da corsa e mountain bike? Quali sono i tipi più comuni di dolore alle gambe per i ciclisti?

E cosa si dovrebbe fare per evitare questi dolori?

 

dolori alle gambe nella bici da corsa

 

Quali sono le cause del dolore alle gambe?

Un ciclista prova dolore alle gambe per vari motivi, dall'affaticamento muscolare a cause esterne come una caduta o un urto.

Tuttavia, la ragione più comune è l'affaticamento muscolare.

L'affaticamento muscolare della gamba è definito come l'uso eccessivo dei muscoli della parte inferiore del corpo.

Dato che il ciclismo utilizza molto i muscoli inferiori, questi muscoli sono sottoposti a un forte stress, che a sua volta produce acido lattico.

Quando c'è una maggiore produzione di acido lattico, le gambe cominciano a far male.

Soprattutto quando impegniamo le gambe in salita, le gambe iniziano a fare male.

Uno sprint improvviso in bicicletta o una lunga pedalata senza un'adeguata idratazione e ossigenazione provocano un aumento della produzione di lattato.

Il tipo più comune di affaticamento muscolare nel ciclismo si presenta sotto forma di dolore nella parte posteriore della coscia, e dolori al polpaccio.

A seconda di quanto sei fisicamente in forma, questi dolori alle gambe sono evidenti, generalmente, al termine di una sessione di ciclismo o poche ore dopo.

Questi tipi di dolori alle gambe possono essere ampiamente classificati in 4 categorie:

  • acido lattico,
  • crampi,
  • affaticamento generale,
  • dolori muscolari a insorgenza ritardata (DOMS).

 

Acido Lattico nel Ciclismo

Il tema Acido Lattico è ampiamente trattato nel nostro articolo in questo blog e ti consigliamo di leggerlo se soffri di questo dolore acuto e improvviso>

Acido Lattico> 7+1 Rimedi Naturali

 

Crampi nel Ciclismo

I crampi alle gambe durante il ciclismo sono comuni a tutti i ciclisti, amatori e professionisti. Inoltre, le cause dei crampi alle gambe sono ampie e varie.

Possono essere muscoli rigidi, scarsa idratazione prima e durante la performance, così come utilizzare i muscoli delle gambe con eccessiva intensità.

Approfondiamo alcuni dei temi nei punti a seguire


Muscoli rigidi nel ciclismo

Il ciclismo è uno sport che utlizza tutti i gruppi muscolari delle gambe. Si usano i polpacci, i glutei, i quadricipiti e i muscoli del piede.

A causa della ripetizione dei colpi sul pedale, l'insieme di questi muscoli si stanca e diventa progressivamente affaticati nel movimento.

Se ti ascolti mentre pedali per un lungo periodo, noterai che il movimento dei pedali si sposta leggermente verso l'esterno della bicicletta per alleviare lo stress causato ai quadricipiti.

Se le tue gambe sono rigide, in quanto poco allenate, lo sperimenterai con maggiore frequenza.

La ragione è che i glutei e i quadricipiti non possono eseguire contrazione eccentrica e se forzati, creeranno un dolore acuto in quella zona.

In altre parole, un crampo.

Idratazione e nutrizione nel ciclismo

Un'altra spiegazione per i crampi ai polpacci durante il ciclismo è la scarsa idratazione e nutrizione.

I tuoi muscoli hanno bisogno di carburante per funzionare. Quel carburante si presenta sotto forma di elettroliti, come sodio, magnesio e potassio. Gli elettroliti permettono ai muscoli di funzionare aerobicamente.

Quando i muscoli non hanno elettroliti da consumare durante un'attività, i muscoli lavorano in modo anaerobico. Quando i muscoli funzionano in questo modo, producono acido lattico, che provoca crampi.

Superlavoro delle gambe nella bici da corsa

La scienza che spiega come si verificano i crampi in questo modo è simile alla cattiva idratazione e all'alimentazione.

I muscoli non possono lavorare così tanto, anche nelle condizioni più ideali.

C'è sempre un limite per i muscoli delle gambe e una volta superato questo limite, i ponti muscolari delle gambe si rompono creando dolore e necessitando di un tempo molto lungo per la rigenerazione, richiedendo l'intervento delle cellule staminali

Leggi il nostro posto sulle Cellule Staminali e come l'Ossido Nitrico le accelera

Oltre, ovviamente, alla produzione di acido lattico, che si traduce nei tipici dolore acuto ma breve alle gambe nel ciclismo.

Come si prevengono i crampi alle gambe quando si pedala con elevata intensità?

Per prevenire i crampi ai polpacci o qualsiasi altro tipo di crampo muscolare nel ciclismo, devi essere molto rigoroso su come fai i tuoi allenamenti e su come ti rifornisci le cellule dei muscoli di carburante.


Stretching nel ciclismo

Lo stretching delle gambe per prevenire i crampi è fondamentale.

Lo stretching permette ai muscoli di diventare sciolti e flessibili, permettendoti così di chiedere aiuto in caso di necessità.

Lo stretching non è qualcosa da prendere alla leggera, soprattutto nel ciclismo. Due tipi di stretching devono essere fatti prima e dopo una sessione:

  1. lo stretching dinamico
  2. lo stretching statico. Questo tipo di stretching permette di evitare i 3 crampi più comuni del ciclismo.


Gli stiramenti dinamici devono essere fatti prima di una sessione, in quanto richiedono al corpo di adattarsi a un particolare movimento e, allo stesso tempo, di allungare i muscoli.

Gli stiramenti statici dovrebbero essere fatti dopo la sessione. Lo scopo di questi stiramenti è quello di eliminare quanto più acido lattico possibile e di evitare che i muscoli si irrigidiscano, aiutando così il processo di recupero. In breve, questi sono esercizi importanti per prevenire i crampi ai polpacci.

Alimentazione adeguata

Se vuoi evitare i crampi ai polpacci mentre vai in bicicletta, devi assicurarti di alimentarli adeguatamente.

Ciò significa che devi assumere gli elettroliti necessari e seguire una dieta rigorosa che aiuti i muscoli a funzionare.

In altre parole, dovrai assicurarti di assumere le giuste quantità di carboidrati, proteine e altri importanti micro e macro nutrienti. Quando i muscoli saranno alimentati correttamente, non avranno più crampi durante mentre pedalate. 

Spingere sui pedali in modo ragionevole

Assicurati di conoscere i tuoi limiti quando fai una sessione. Naturalmente, è importante spingere i tuoi limiti se vuoi migliorare le tue prestazioni. Tuttavia, devi essere ragionevole nel tuo sforzo. Assicurati sempre di aumentare gradualmente l'intensità degli allenamenti, invece di aumentarla improvvisamente.


Come riprendersi dai crampi muscolari alle gambe quando si pedala?

Nel caso in cui si verifichino crampi muscolari durante il ciclismo, ci sono alcuni rimedi per un sollievo immediato dai crampi alle gambe.

Prendila con calma

Una delle prime cose che dovresti fare quando hai un crampo mentre vai in bicicletta è prenderla con calma.

Non dare per scontato il dolore perché potrebbe trasformarsi in una lesione a lungo termine. Rallenta la pedalata e lascia riposare le gambe per un po'. Una pedalata lenta permette ai muscoli di tornare a una performance più aerobica, invece che anaerobica.

Naturalmente, questo è solo un rimedio temporaneo per alleviare i crampi e il dolore ai muscoli delle gambe.


Allungare la muscolatura

Se hai ancora un crampo, allora smetti di pedalare e allunga la zona interessata.

Allungare i muscoli aiuta a smaltire l'accumulo di lattato, che è responsabile dei crampi. Inoltre, sei sicuro di sperimentare un sollievo immediato dal dolore muscolare al polpaccio quando allunghi le gambe.

Tuttavia, tieni presente che anche questa è solo una soluzione temporanea.

Mangiare e bere in movimento

Quando ti senti come se avessi dei crampi, rallenta e bevi. Questo aumenta la disponibilità di elettroliti. Assicuratevi di rallentare anche voi, in modo che le gambe si rilassino.

Allenarsi in bici col mal di gambe

Per giunta, allenarsi in bici con il mal di gambe è oltremodo complesso e difficile, soprattutto in vista di una gara importante a cui non vogliamo rinunciare. 

I sintomi prevalenti durante l'allenamento, e causa del dolore alle gambe nel ciclismo da corsa già in essere prima di inforcare la bici, sono dolore ai muscoli delle cosce, nella parte anteriore o posteriore, alle ginocchia o alle caviglie.

Questo si aggrava ulteriormente quando si è costretti interrompere l’allenamento oppure, con maggiore frequenza nelle salite impegnative, le gambe si bloccano.

Spesso, questo dolore è  conseguenza di un sbilanciamento tra il corpo e la bici: quando la muscolatura e le articolazioni si trovano in una posizione errata, per fronteggiare lo sforzo i muscoli, già affaticati, dovranno lavorare oltre il proprio limite.

Estremamente importante è affrontare il completo recupero del mal di gambe dagli allenamenti in bici precedenti prima di affrontare nuove sfide.

In questo articolo parleremo di come un ciclista agonista ha affrontato e risolto questi problemi utilizzando capi di abbigliamento bio funzionali che accelerano la bio disponibilità di ossigeno, di staminali e di nutrienti direttamente nella muscolatura sotto sforzo.

 

dolori alle gambe nella bici da corsa

Ringraziamo Marco Girardi per aver provato i nostri capi in condizioni realmente estreme e raccontarci come questi abbiano contribuito al miglioramento delle sue condizioni atletiche e sportive in bici.

Chi è Marco Girardi

Classe 1982, Marco è outdoor da sempre (e “per sempre”) e - come qualunque atleta - deve gestire il male ai muscoli delle gambe come parte integrante del suo sport.

Chi volesse parlare con Marco, lo trova su Instagram come @marco.girardi

male ai muscoli delle gambe

 

Marco inizia a fare sport da giovanissimo e, nonostante ad undici anni gli venisse diagnosticata una grave patologia a carico della colonna che avrebbe potuto comportare un completo fermo, Marco reagisce e si impegna con rabbia e determinazione per superare lo stallo.

Frequenta corsi di ginnastica correttiva, nuoto, ciclismo: nonostante l’evidente difficoltà momentanea non si ferma e la supera, scoprendosi presto pronto per affrontare una vita immersa nello sport, in particolare come triatleta.

Da quel momento, lo sport diventa passione e ragione di vita, principalmente lo sport di montagna: Marco si iscrive al CAI, seguendo corsi di ferrate, arrampicate, ghiacciai. Frequenta le montagne con sci alpinismo, ciclismo e trekking in quota, prevalentemente nelle Dolomiti per vicinanza alla natia Padova.

Da appassionato, diventa anche grande conoscitore di materiali tecnici, fondamentali per questi sport che così poco possono lasciare al caso, e per cui preparazione, organizzazione e prevenzione per evitare di allenarsi con il mal di gambe sono fondamentali.

Così lo sport diventa per Marco lavoro oltre che passione, strumento di vita, contrasto necessario alle tensioni professionali, opportunità per conoscere e migliorare se stesso e fonte di profonde relazioni umane.

I dolori muscolari alle gambe e a tutto il corpo diventano parte integrante della sua natura atletica e sportiva.

La testimonianza di MARCO GIRARDI ed il suo rapporto con i dolori muscolari alle gambe nel ciclismo
 

male ai muscoli delle gambe

 

Proprio quando sta lavorando ad un obiettivo personale ambizioso nella Top Dolomites Gran Fondo, Marco scopre l’abbigliamento bio-funzionale consigliato da NOacademy e decide di provarlo, con la consapevolezza e l’esperienza che in questi anni ha acquisito nel testare e verificare materiali tecnici a supporto dello sport e nella prevenzione e cura del dolore ai muscoli delle gambe.

La Top Dolomites Gran Fondo è una gara ciclistica internazionale la cui tappa alpina si svolge sul percorso lungo in 135 chilometri con dislivello positivo di 3.210 metri lungo le strade che hanno reso leggendario il Giro d'Italia e visto sfidarsi i grandi del ciclismo.

Per 2 settimane prima della gara, Marco indossa i leggings NOAcademy.

La reazione del suo apparato muscolare, secondo le sue stesse parole, è positiva e stupefacente.

Lui la racconta così.

“Un’incredibile esperienza, quasi difficile da immaginare prima e credere poi per evitare il forte mal di gambe nel ciclismo".

Indosso i tubolari ogni sera e le solette ogni giorno, continuamente per due settimane.

Nonostante sia stata un’estate estremamente calda, le gambe non avvertono calore. I tubolari sono morbidi e mi permettono di dormire bene e la mattina mi alzo con un grande senso di riposo.

Quando durante giorno mi metto ai pedali, le gambe girano leggere e veloci, spingono, il punto di fatica è sensibilmente ritardato. Il male ai muscoli delle gambe sembra non dover arrivare mai!

Le gambe non sono più interessate da infiammazioni. Soprattutto il giorno successivo all’allenamento intenso ripartirei con la stessa energia, senza dolore e senza sentire la necessità fisica di prendere una pausa dall’attività.

Quando affronta la gara, Marco indossa sia i tubolari NOAPP che le solette.

Il tempo atmosferico non potrebbe essere peggiore: il primo tratto completamente in discesa da Madonna di Campiglio (1.550 metri s.l.m.) a Tione (530 metri s.l.m.) è percorso sotto una pioggia fitta e metterebbe alla prova gli atleti più valorosi.

Risalendo a Passo Durona (1000 metri s.l.m.) i concorrenti hanno trovato neve.

Nonostante lo sforzo fisico intenso, il freddo ed i crampi alle gambe sono stati per molti inevitabili.
 

In gara, oltre al grande supporto all’efficienza muscolare (evitando la comparsa di infiammazioni e male ai muscoli delle gambe) i tubolari miorilassanti e non compressivi NOAPP mi hanno dato un incredibile aiuto nella termo regolamentazione.

Nonostante gli eventi atmosferici violenti, sentivo che la circolazione sanguigna nella muscolatura continuava correttamente e non avevo rigidità
  

Scopri l'abbigliamento bio funzionale per affrontare, senza nessun rischio e controindicazione, i dolori ai muscoli delle gambe nella bici da corsa e nel ciclismo in generale. 

dolori alle gambe nella bici da corsa  

Dolori muscolari alle gambe: interessante articolo di Humanitas

Scopri come Anna Maria ha ridotto il suo problema di mani gelate, conseguente alla sindrome di Raynaud, con un paio di guanti NOAPP

Diabete e arteriopatia periferica obliterante: l'ossido nitrico è una soluzione clinica verificata e oggetto di studi internazionali. Scopri come affrontare questo problema con un capo di abbigliamento bio funzionale.

Come risolvere una fascite plantare in modo naturale: puoi leggere questo articolo nel nostro blog

Se vuoi capire le cause del mal di schiena e ridurre il dolore con capo di abbigliamento bio funzionale, leggi questo articolo nel nostro blog

Fascite plantare e soluzioni naturali all'infiammazione della fascia: leggi questo articolo nel nostro blog

3 azioni per prevenire la cellulite in modo semplice e naturale: leggi questo articolo ne nostro blog

Ritenzione idrica: come prevenire e curare naturalmente con un capo di abbigliamento bio funzionale

Crampi ai polpacci e come risolverli naturalmente

 Sindrome delle gambe senza riposo e una straordinaria soluzione naturale

Artrosi alle ginocchia: 14+1 rimedi naturali

Come affrontare la disfunzione erettile in modo semplice e naturale