Dolore ai polpacci e triathlon: Monica racconta

dolore ai polpacci triathlon

Dolore ai polpacci è un problema per i triatleti. 

Monica Bortolotti, atesina a Treviso, classe 1973, 2 figli, è istruttrice sportiva di nuoto e fitness e soffre di dolori ai polpacci da sempre nelle sue gare di ultra trail. 

Triatleta con due podi e maratoneta con quattro traguardi negli ultimi dodici mesi. Shopper sportiva seriale ed estremamente attenta, anche per motivi professionali, allo sviluppo delle tecnologie in tema performance e recovery.

Usa regolarmente, da due anni, le solette proposte da NOacademy per l’attività sportiva. Ci ha lasciato questa testimonianza.

Chi volesse entrare in contatto con lei, la trova su Instagram come @adolfa_ladykrauto/

La testimonianza di Monica Bortolotti e di come affronta il dolore muscolare ai polpacci

“Non sono vecchia ma da giovane ero più giovane: il recupero del dolore, delle infiammazioni muscolari e della fatica sportiva per noi atleti è un tema, se non il tema.

Chiaramente, quando correvo a vent'anni non mi rendevo conto di cosa volesse dire dover recuperare. Oggi a quarantacinque anni sì.

Dopo una gara o un allenamento intenso sono stanca, le gambe mi fanno male e ho forti dolori ai polpacci.

Da quando sono in possesso delle solette consigliatemi da NOacademy, ho cambiato parecchie scarpe da competizione ma le ho sempre spostate da un paio di scarpe all’altro. Ormai lo faccio da due anni con grande continuità.

La prima immediata sensazione è di migliorata stabilità.

Io sono abituata ad ascoltare il mio corpo e la mia muscolatura (corro senza musica per abituarmi ad ogni minima variazione) e le solette mi aiutano ad “ascoltare” meglio il terreno, consentendo al mio corpo di adeguare costantemente energia, equilibrio e dinamismo alle necessità che la performance mi presenta.
 

Inoltre, cosa non da poco, durante le gare le solette riducono significativamente la fatica e le infiammazioni e il dolore muscolare ai polpacci e quadricipiti, permettendo un recupero accelerato.

Da quando le uso, ho ridotto in modo significativo le pause dall’allenamento ed i picchi negativi di DOMS (ndr: acronimo di "Delayed Onset Muscle Soreness”) ottenendo di conseguenza una significativa costanza di performance.

Al termine di un allenamento o una gara, sento le gambe meno pesanti. E questo è per me molto, se non tutto.
 

Un'ultima cosa: oltre al dolore ai polpacci mi sono diminuiti i crampi notturni alle gambe, probabilmente proprio perché sta migliorando la circolazione periferica.”

Per approfondire l'argomento del dolore ai polpacci e su come l'ossido nitrico offra un aiuto importante agli atleti, puoi leggere il nostro articolo su questo blog.

Se vuoi conoscere e approfondire i prodotti usati da Monica per contrastare il suo dolore ai polpacci, entra nel nostro e-commerce

dolore ai polpacci

 

Per approfondire cosa significhi dolori al polpaccio, si consiglia la lettura di questo articolo di Sports Injury