Fascite plantare: scarpe consigliate e da evitare

Fascite plantare: scarpe consigliate e da evitare

La fascite plantare è un brutto cliente.

Capire quali scarpe siano consigliate e quali invece vadano evitate potrebbe aiutarvi a cambiare la situazione.

Le scarpe giocano un importante ruolo nel prevenire e ridurre i sintomi della fascite plantare, ed alcune sono più adatte (e quindi più consigliate) di altre. Infatti, indossare scarpe non idonee può favorire l’insorgere di fascite plantare anche in soggetti che hanno una vita tutto sommato sedentaria

Quello che magari non sanno è che, per prevenire e ridurne i sintomi, esistono scarpe più consigliate di altre. E viceversa: indossare scarpe non consigliate può favorire l’insorgere di fascite plantare anche in soggetti che hanno una vita tutto sommato sedentaria. 

Vediamo dunque perché le nostre calzature giocano un ruolo importante nel contrastare questo disturbo, e – soprattutto – quali scarpe non sono consigliate a chi soffre di fascite plantare. 

Scarpe e fascite plantare: un’importante relazione 

Per capire come mai chi soffre di fascite plantare dovrebbe evitare alcune tipologie di scarpe è necessario fare un passo indietro.

Come abbiamo visto, la fascite plantare è causata dalle sollecitazioni che i nostri piedi ricevono nel corso della giornata.

Ora, chiedetevi questo:  fermi restando gli altri fattori di rischio, chi ha maggiore probabilità di infiammarsi? Un piede sostenuto e protetto da una buona scarpa, capace di assicurare alla pianta l'appoggio ideale e di ammortizzare le sollecitazioni più forti? O un piede costretto ad un superlavoro da calzature non adeguate? 

La risposta è ovvia.

Prepariamoci quindi ad esaminare le nostre scarpe e a scoprire se sono adatte a chi soffre di fascite plantare. 

Soffrite di fascite plantare? Ecco le scarpe da evitare.

Abbiamo una brutta notizia per le amanti dello stiletto: indossare scarpe col tacco può favorire l'insorgere di fascite plantare, e di certo i tacchi non sono consigliati a chi ne soffre già e vuole alleviare i sintomi. 

Pensate alla distribuzione del peso corporeo. Idealmente, questo dovrebbe gravare in modo uniforme su tutta la pianta. Quando si indossano i tacchi, invece, si tende a “caricare” di più la parte anteriore del piede: questo squilibrio si traduce in un'eccessiva sollecitazione della fascia, la quale può facilmente sfociare in fascite. 

Non solo: i tacchi costringono la fascia plantare in una posizione innaturale, impedendole di rispondere al meglio alle sollecitazioni che riceve. Inoltre, indossare spesso scarpe col tacco può favorire l'accorciamento della catena muscolare posteriore: condizione, quest’ultima, che di frequente si associa all'insorgere di fascite plantare.

Insomma: le scarpe alte (le considerazioni fatte fin qui valgono anche per le zeppe) non sono consigliate a chi convive con la fascite plantare.

Ma le amanti delle ballerine aspettino ad esultare: chi soffre di questa infiammazione farebbe bene ad evitare anche calzature troppo piatte.

I motivi sono speculari a quelli visti finora: se è vero che la pianta del piede non deve contrarsi troppo, non è ideale neppure un suo eccessivo stiramento, che invece può verificarsi quando si abusa di ballerine o infradito. 

Attenzione infine – e ci rivolgiamo ad entrambi i sessi – alle suole delle vostre scarpe. Quelle troppo sottili non sono ideali, perché non ammortizzano a sufficienza l'impatto del piede col terreno. Tenetene conto al momento di scegliere le pantofole… Andrebbero evitate anche le calzature con una suola troppo rigida, perché limitano la mobilità della fascia plantare.

Infine, è importante ricordare che le scarpe si usurano e che col passare del tempo offrono al piede una protezione sempre inferiore. Quindi, se da cinque anni andate a correre con le stesse runner… forse è ora di mandarle in pensione. 

Fascite plantare scarpe consigliate o da evitare assolutamente?

Arrivati a questo punto, molti di voi staranno pensando: “I tacchi no, le zeppe neppure, le infradito neanche a pensarci, gli zoccoli di legno che ho comprato in Olanda posso pure riportarli lassù: ma se soffro di fascite plantare, quali scarpe posso mettere?”

Come avevano ben capito i Latini, “in medio stat virtus”. Le calzature consigliate a chi soffre di fascite plantare sono calzature basse, ma non piatte, con una suola relativamente flessibile, capace di ammortizzare gli urti col terreno senza costringere la pianta in una posizione innaturale. 

Se rispettano queste caratteristiche, infradito e ballerine posso essere indossate senza troppi problemi: l’importante è scegliere modelli che offrano una qualche forma di sostegno alla fascia plantare (ad esempio, le infradito “sagomate” sono da preferire a quelle che si presentano come un blocco unico di plastica; e le ballerine con un minimo rialzo del tallone sono più indicate di quelle completamente piatte). 

E chi non vuole assolutamente – o non può, magari per motivi di dress code professionale – rinunciare ai tacchi, come può fare?

Posto che non si tratta di una soluzione ideale e che l’obiettivo finale dovrebbe essere quello di ridurre progressivamente l’elevazione della scarpa, vi consigliamo di scegliere scarpe di altezza media e camminarci il meno possibile. 

In questo come negli altri casi, può essere molto utile assistere il piede a prevenire le infiammazioni con solette bio funzionali.

Nel caso della fascite plantare, risultano particolarmente indicate solette che, oltre ad idratare e rendere elastica la fascia plantare evitando il rischio di micro lacerazioni, aiutano attivamente a ridurre il processo infiammatorio in atto.

Il motivo è in un piccolo incremento di ossido nitrico a livello topico ed endogeno.

Questa molecola completamente naturale, particolarmente efficace quando resa maggiormente disponibile in modalità fotochimica, contribuisce infatti a regolare l’infiammazione della fascia plantare ed a ridurre il dolore che da essa deriva

Se vuoi approfondire come una soletta bio funzionale da inserire in qualunque calzatura aiuti  la prevenzione ed il recupero della fascite plantare, entra nel nostro ecommerce.

fascite plantare scarpe consigliate

Per approfondire come l'ossido nitrico sia un mediatore fondamentale nei processi infiammatori, leggi il nostro articolo in questo blog

Sindrome di Raynaud: leggi l'articolo nel nostro blog

sindrome di raynaud

 

Fascite plantare scarpe consigliate: un interessante approfondimento


Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima della pubblicazione.