L’esperienza di Enzo, ultratrailer, con i leggings bio-funzionali “Recovery”

Testimonianza di Enzo La Montagna
 
 
SKYRUNNER Rafael Aquino Leal tested the Invel pants in extreme conditions

Enzo La Montagna, classe 1974, napoletano a Cuneo, in Piemonte per la prima volta per il servizio civile e praticamente mai rientrato a casa. Lavora come magazziniere e la sua grande passione, riscoperta nel 2013 a seguito di un momento difficile nella sua vita, è il trail running, anche se adesso si sta allenando per un triathlon Extreme, in vista di una competizione che si terrà a settembre 2019.

Enzo, pur non essendo un atleta professionista, ha un palmares di assoluto rispetto. La sua passione sono le sfide impossibili: obiettivo è vincere e la semplice partecipazione senza aver dato l’anima per il successo lo lascerebbe con l’amaro in bocca. Con questo, allenarsi sulle tre discipline consuete (bici, corsa e nuoto) richiede grande impegno fisico e mentale; soprattutto è difficile riuscire a recuperare le forze nei tempi necessari quando il resto della giornata lo trascorri lavorando.
 


Ecco una sintesi delle migliori performance di Enzo:

Races 2016:
Tour Monviso Trail: 42km D+3000m - 13° class.
Trail del Moscato: 54km D+2800m - 4° class.

Races 2017:
Vibram Maremontana: 63km D+3640m - 16° class.
Vesuvio Sky Marathon: 42km D+2550m - 8° class.
Trail Menorca Cami de Cavalls: 100km D+2200m - 10° class. (4° class. cat)
Utmb 2017 OCC: 56km D+3450m - 105° class.
Morenic Trail: 118.4km D+2775m - 5° class. (4° class. cat)

Races 2018:
Trail Minorca Cami de Cavalls: 100km D+2200m - 7° class. (1° class. cat)
Gran trail di Courmayer: 105km D+6600m - 27° class.
Trail de La Turbie: 30km D+1500m - 9° class. (1° class. cat)

Races 2019:
The Abbots Way - 125km (staffetta da 2): 65km D+2500m - 1° class.
Vesuvio Sky Marathon: 49km D+3000m - 16° class. (1° class. cat).


Enzo ha indossato i capi bio-funzionali di NOacademy, inizialmente non senza scetticismo. Per giunta, lo ha fatto a ridosso di un weekend di allenamenti molto impegnativi, che sarebbe culminato con un combinato, ossia 120km in bici con 1500/1800 mt D+ e 21km di trail running.

 

 
 

La testimonianza di ENZO LA MONTAGNA
 

“Ciao Alberto, quando ieri mattina mi sono messo in bici c’era qualcosa di strano”

Con questo SMS, lunedì Enzo mi cerca per darmi le sue impressioni sulla tecnologia, utilizzata in modo continuativo prima del combinato (bici+ trail running) di domenica. Ovviamente sussulto sulla sedia, ero di corsa per un appuntamento a Milano ma prima di tutto ho voluto assicurarmi che non ci fossero problemi e per fortuna non era questo il caso.

A voce mi dice che erano settimane che si stava preparando per questa uscita: un gita in bici da corsa sulle Langhe, 117 km, 1.547 metri+ di dislivello complessivo, salite al 18% con performance finale di 4h41min. A cui sono seguiti 21 km di corsa in trail running nel Roero.

Enzo si è messo a nudo con se stesso per affrontare i propri limiti e trovarsi. Ha pagato duramente e gli ultimi 2 km di corsa li ha fatti camminando e vomitando l’eccesso di acqua ingerita per contrastare la disidratazione e la fatica. Per riposarsi, oggi (lunedì) u’escursione di 17 km con 1.200m di dislivello, fino al Colle del Chiapus (2.526 metri), riservandosi una leggera corsa al ritorno.
 

Enzo ha anticipato la fatica con una strategia ideale per questi capi sportivi bio-funzionali, a cui è seguito un utilizzo per il recupero vero e proprio: li ha indossati sempre per tutta la settimana prima della sua performance domenicale, il giorno sotto i jeans e la notte.

 
”La prima impressione indossando i leggings è stata di piacevole termoregolazione”.

Enzo, che la notte normalmente traspira molto, mi ha detto di aver avuto la temperatura costante e a 36 gradi, le gambe asciutte e rilassate, senza nessun fastidio.

Ogni giorno è allenamento ma sotto lo sforzo massimo, parliamo di ca. 20km di corsa al giorno il mattino o la sera, vasche di nuoto o scalate in bici: nulla che per Enzo sia impegnativo. Ovviamente, tutto il giorno lavora in piedi e questo ha il suo impatto. Enzo si sveglia alle 6 per allenarsi e continua dopo il lavoro: lo sport è la sua passione.

“Domenica, il giorno del doppio allenamento, si mette in bici e “bam!”: le mie gambe sono rilassate, leggere, idratate, come se non le avesse mai usate nelle giornate precedenti, come se fosse stato in vacanza. Una sensazione mai provata prima.”

Nel percorso in bici, le gambe non hanno mai mollato. Piuttosto il tronco, certamente il fiato, ma le gambe erano a posto e mordevano i chilometri. Appena il pendio ripido addolciva, i muscoli erano pronti a ridare potenza.

 
 

“Quando finalmente sono sceso dalla bici per fare 21 km di corsa nei sentieri non ho avuto alcuna sensazione di affaticamento. Eravamo 4 amici, io di 15 anni più vecchio, ma non c’è stata storia: in discesa neanche li vedevo. Non solo ero io stupito ma anche loro”.

“So di avere una grande forza mentale ma se il fisico non risponde, a ben poco serve!”

 

Per raccontarvi cosa significhi forza mentale per Enzo: sei anni fa (i.e. nel 2013) ha avuto un problema professionale ed uno sentimentale, a distanza molto ravvicinata. Per reagire d’impulso e senza troppi pensieri, ha preso una vecchia bici nel garage su cui ha caricato una tenda, abbigliamento da viaggio ed è partito per Gibilterra, senza ripensamenti: 20 giorni per arrivare in 2.700 km alle Colonne d’Ercole ma soprattutto per dimostrarsi che non bisogna avere paura di nulla se non di se stessi e che tutto, se veramente lo vogliamo, è fattibile.
 

“Molti di quelli che trovano scuse dicendo che non hanno tempo sarebbero più onesti a dire che non hanno voglia e interesse. Il tempo, chi deve o vuole, lo trova sempre”. 

 
“I Recovery Leggings sono una droga senza assuefazione! O forse una assuefazione potrebbero crearla… dare il massimo della potenza sapendo che mi rifugerò nei miei leggings per riparare gli effetti della fatica sulla muscolatura non ha eguali”.

Sapere di poter tenere un livello costante di allenamento senza temere infiammazioni e DOMS è una cosa straordinaria. Enzo era scettico, ovviamente, anche se sul sito NOacademy.it esistono parecchie informazioni e testimonianze di cui potesse avere interesse, ma è tuttavia difficile credere che fosse tutto vero e possibile.

Dopo questa evidenza, ora indossa anche le solette consigliate da NOacademy nelle scarpe di sicurezza che usa per lavorare: col caldo ed a fine giornata dopo 8-10 ore di lavoro i piedi fanno male ed è difficile trovare la motivazione per uscire ad allenarsi. Confida di avere anche qui un grande alleato e grandi benefici.

(scritto da Alberto Regis - NOacademy.it)

 
 
 
 
 

I capi sportivi bio-funzionali che Enzo La Montagna sta usando hanno la capacità di stimolare una sovrapproduzione (+89%) di Ossido Nitrico localizzata.

 
 

Perché anche gli atleti hanno bisogno di incrementare la produzione di Ossido Nitrico?

L’Ossido Nitrico (NO è l’acronimo) è una molecola dalle straordinarie proprietà che il nostro corpo produce con un processo assolutamente naturale.

Perdita-capacita-di-produrre-ossido-nitrico.png

Purtroppo, insieme ad alcune abitudini sbagliate - radicali liberi, sedentarietà, fumo e cattiva alimentazione - a partire dai 20 anni, il nostro corpo perde progressivamente la capacità di produrre Ossido Nitrico: circa il 10% in meno ogni 10 anni.

 
 

l’Ossido Nitrico migliora il recupero, tu migliori le performance

 

In un’ottica di performance e recupero della muscolatura, avere a disposizione più Ossido Nitrico significa:

  • migliore ossigenazione dei tessuti muscolari

  • migliore efficienza e resistenza muscolare

  • minore danno muscolare durante la contrazione

  • migliore attivazione del rilassamento dei muscoli lisci

  • migliore apporto di nutrienti a livello cellulare

  • migliore capacità di riparare e cicatrizzare i  tessuti 


Per approfondire:

 
 
 

Con l’abbigliamento sportivo bio-funzionale:
+88% micro-circolazione e irrorazione dei tessuti
-76% fatica
-63% DOMS


 
 
 

FOCUS SUL PRODOTTO INDOSSATO DA ENZO:

Leggings intimo unisex "recovery"

Basta il normale contatto del tessuto dei leggings per stimolare un aumento di produzione naturale di Ossido Nitrico e attivarne i benefici quando indossati.

Aiutano a ridurre drasticamente la sintomatologia dolorosa connessa ai DOMS e favoriscono la riparazione cellulare delle fibre muscolari.

La ricerca alla base di questo capo ha sviluppato una tecnologia unica - scientificamente verificata - capace di ridurre i DOMS (Indolenzimento muscolare a insorgenza ritardata) del 64% nelle prime 24 ore riducendo proporzionalmente il livelli di Creatina Kinasi nel sangue.

(Fonte: Invel test in doppio cieco svolto presso UNIFESP - Università Federale di São Paolo, Brasile)

 
 

Se desideri provare i leggings “Recovery” utilizzati da Enzo o altri capi, ottieni subito lo speciale Codice Sconto Welcome ed usalo in fase di acquisto nell’e-shop.

Leggings intimo unisex "recovery" SPORT
offerta
Anteprima prodotto

 
 
 

Come migliorare anche le tue prestazioni?
Accelera il recupero della fatica muscolare con questo protocollo “recovery”, scarica gratuitamente la guida: